I Mexico86 animano la scena napoletana da oramai un lustro e il loro segno caratteristico è quello di produrre brani con linee melodiche semplici ed immediate, con testi autobiografici e “immersi” nel tempo che la band si trova a vivere.

Dopo il disco d’esordio “Sprovveduta” del 2017, siamo al singolo che preannuncia il prossimo lavoro. Questo viene promosso da un video prodotto, mixato e registrato da Peppe de AngelisMonopattino recording studio; prodotto da Antartica Film; girato da Michel Liguori e con l’Ufficio stampa Hungry Promotion.

Ciao ragazzi, è un piacere ritrovarvi. Il tempo trascorso vi vede uniti e pronti ad una nuova sfida. Come siete cambiati e come è cambiato il vostro approccio alla musica in questi anni insoliti?

Il piacere è tutto nostro. Non c’è stato un cambiamento di registro totale, in quanto restiamo sempre noi stessi, forse è cambiato il modo di percepire ed affrontare le cose, dettato dallo sgomento degli ultimi 2 anni e mezzo. Tutte le negatività e le situazioni brutte che si sono susseguite, sono state un grande serbatoio da cui raccogliere linfa per la composizione dei nuovi brani. Prima lo facevi in modo più spensierato, anche perché la nostra musica è sempre stata lo specchio dei nostri stati d’animo. Adesso, da un po’ di mesi a questa parte, cerchiamo di essere ancora più diretti rispetto a qualche tempo fa, sarà stato l’effetto della “Clausura forzata”.

Forse questi periodi trascorsi hanno anche permesso una maggiore introspezione dovuta al fatto che abbiamo avuto parecchio tempo da passare con noi stessi. È stato così per voi?

Quando ti trovi tra 4 mura per 24 ore di fila, devi trovare le soluzioni migliori per poter andare avanti e non impazzire. Per fortuna, in casa, la chitarra la puoi suonare ancora, quindi puoi parlare meglio a te stesso, mentre cerchi di comporre brani nuovi, lasciandoti influenzare dai silenzi, che per quanto muti, risuonano nella tua testa senza darti tregua.

Nel nuovo singolo sembra emergere un’evoluzione del vostro suono, in qualche modo più diretto, essenziale. Forse si tratta di una vostra evoluzione. Cosa ne pensate?

È un po’ tutto il disco nuovo che suonerà in questo modo. Il nuovo singolo, “Del Tempo che ho perso” ne è l’esempio: basso distorto, chitarra incazzata e synth che scava tra piatti e rullante: senza troppi fronzoli, virtuosismi o lunghi assoli strumentali; ci saranno, ma non come eravamo abituati a realizzarli. Il tempo è denaro e noi, (anche se non per colpa nostra), ne abbiamo perso abbastanza.

Avete il disco in uscita a Settembre. Volete raccontarci qualche anticipazione sui contenuti?

Sì, l’idea è di presentare il disco tra settembre/ottobre. È un disco sul quale puntiamo molto, anche perché abbiamo avuto l’opportunità di scrivere e di comporre tantissimo materiale in questo periodo di Blackout totale, quindi si possono immaginare benissimo i contenuti: meno spensieratezza, più voce alle chitarre distorte. Abbiamo avuto l’opportunità di registrarlo a Sorrento da Peppe De Angelis, che ci dà una mano sulla produzione, e di confrontarci con studi importantissimi nel panorama italiano, come la CPM e gli Alari Studio tra Milano e Monza, dove abbiamo registrato i nuovi singoli che pubblicheremo tra qualche mese.

Finalmente dopo parecchio tempo è possibile pianificare i concerti dal vivo. Da questo punto di vista cosa sperate vi riservi l’estate che arriva?

Avere aspettative, in particolare di questi tempi, non sempre è un bene, perché puoi restarci molto male, quindi meglio non pensarci. Più che l’estate, (anche perché saremo impegnati nella rifinitura degli ultimi brani registrati), puntiamo a promuovere il disco da ottobre girando per l’Italia, divertendoci, facendo urlare gli amplificatori, con la speranza di poter riabbracciare le persone, come quando era tutto normale…

A presto!

N1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...