Da oggi, venerdì 13 gennaio, è disponibile sulle piattaforme digitali e in digital download CARA MILANO”, il nuovo brano del cantautore milanese MARCO MASSA.

Il brano, vincitore nel 2011 del Premio Sergio Endrigo e oggi riproposto in una nuova versione riarrangiata dal Maestro Marco Grassoracconta attraverso gli occhi e la voce dell’autore una vecchia Milano ormai dimenticata, con l’obiettivo di risvegliare un’umanità sacrificata a favore del forsennato progresso degli ultimi anni. Tra ricordi, emozioni e rimpianti, “Cara Milano” parla di un amore in continua evoluzione, che segna una vita.

«Amo questa canzone perché vorrei che Milano non fosse soltanto la città del business, del frenetico “immobiliarismo” urbano e del capitalismo selvaggio– racconta Marco Massa – Mi piacerebbe riconoscerla in un luogo dove ritrovare se stessi e la propria intimità. Per far sì che questo accada, ognuno dovrebbe focalizzarsi sulla propria storia aggiungendo un tassello di umanità reputato importante, valorizzando ciò che per anni magari ha nascosto nel profondo di se, senza più paura di mostrarlo».

Nel videoclip, per la regia di Danilo Da Roddal’evoluzione della società cantata nel brano è rappresentata da una televisione a tubo catodico, immagine degli anni ’50, che lascia il posto allo schermo di un moderno computer, simbolo del progresso frenetico che caratterizza il giorno d’oggi. A fare da sfondo a questa metafora vi sono momenti di una live session,registrata al Mister Fantasy di Buccinasco (MI), in cui Marco Massa suona insieme al figlio Francesco (clarinetto) e alla sua band composta da Manuel Boni (chitarre), Matteo Minchillo (tastiere) e Martino Malacrida (batteria).

Il cantautore MARCO MASSA nasce a Milano il 5 marzo 1963. Nel 1997 pubblica il suo primo EP, “Come Un Tuareg”, e due anni dopo, nel 1999, vince il premio “Città di Recanati”, ora Musicultura, per la canzone “Come Un Tuareg”. Nel 2009 pubblica “Nelle Migliori Famiglie”, il suo primo album in cui tratta temi quali la famiglia, l’amicizia e la paternità, mentre con “Io Sono Freak”, secondo album in studio pubblicato nel 2011, sposta l’attenzione su tematiche sociali, esprimendo rabbia verso la società. In quello stesso anno vince il premio “Sergio Endrigo” per il brano “Cara Milano”. Nel 2012 pubblica il suo primo album live “A volte arriva il Jazz”, registrato presso il Blue Note di Milano con ospiti quali Francesco Baccini, Renato Sellani, Tullio De Piscopo, Armando Corsi e Massimo Moriconi. Ma non solo musica: nel 2015 porta in scena, insieme alla cantante jazz Tiziana Ghiglioni, “Almost Chet”, spettacolo multimediale dedicato a Chet Baker, e in quello stesso anno vince Premio Taomoda Awards: Music & Social per il suo impegno dimostrato con lo spettacolo “Clandestino”, creato insieme all’attore e amico Danilo Da Rodda, realizzato completamente al buio presso l’Istituto dei Ciechi di Milano. Nel 2016 esce “Sono Cose Delicate”, il suo ultimo album, anticipato dal singolo Con il fiato corto”. Due anni dopo, l’artista pubblica il video del brano“Boxeador”, interamente girato a Cubacon la partecipazione dell’iconico pugile dell’Havana Osmany Barcelay.A settembre 2022 è uscito il singolo “Nonostante tu Nonostante io”, brano arrangiato dal direttore d’orchestra Marco Grasso in cui il cantautore trae ispirazione da artisti come Jan Bang e Jon Hassell.     

Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...