ph.Lucrezia Testa Iannilli

Da oggi disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download A – Solitudine, Edonismo, Consumo”, il nuovo album del cantautore e polistrumentista FRANCESCO SACCO. Il disco verrà presentato per la prima volta live domani, sabato 21 maggio, nel Giardino di TRIENNALE MILANO nell’ambito di Triennale Estate. A seguire, alle ore 20.00, ci sarà il dj set della musicista e produttrice Margherita Grechi.

Durante la serata il cantautore, accompagnato da Pit Coccato (chitarra elettrica) e Luca Pasquino (tastiere, synth e basso), presenterà tutti i brani del suo nuovo disco A – Solitudine, Edonismo, Consumo”.

Il live del cantautore Francesco Sacco, nel Giardino di TriennaleMilano nell’ambito di Triennale Estate, inizierà alle ore 18.30 (INGRESSO LIBERO), è possibile prenotarsi al seguente link: https://bit.ly/37BCnuE.

A – Solitudine, Edonismo, Consumo, preceduto dai singoli “Kabul” e “Fantasmino”, è un disco di sei tracce pensato come ideale “Lato A” di un lavoro più ampio. Dalla critica al sistema sociale ed economico nel quale viviamo, esplicito in “Kabul” e nella traccia di apertura “Ogni uomo e ogni donna è una stella” a tematiche più intime ed introspettive, come quelle trattate in “Je suis resté seul” e “Laurana”, o nel singolo “Fatasmino”: “A – Solitudine, Edonismo, Consumo” è un disco variegato a livello di tematiche ma anche musicalmente, in cui influenze e citazioni molto lontane fra loro vengono fatte dialogare all’interno di una produzione contemporanea, compatta ed elettronica.

«“A – Solitudine, Edonismo, Consumo” è un disco dedicato all’esteriorità, a tutto ciò che sta fuori: anche nei brani più introspettivi la narrazione parte sempre da un fattore esterno. Con questo disco cerco di condividere con gli ascoltatori il mio punto di vista, di fargli osservare il mondo dalla stessa finestra dalla quale lo guardo io. È un disco che è stato scritto molto velocemente nei mesi appena trascorsi, prodotto assieme a Luca Pasquino, xx.buio e paralisi – dichiara Francesco Sacco – Abbiamo cercato un suono granitico e compatto, adatto alla narrazione dei testi, una sintesi contemporanea di influenze anche molto lontane nel tempo, tradotta in musica dalla convivenza di synth, campioni, casse elettroniche e autotune con suoni analogici, come chitarre acustiche o organetti. Ad “A” seguirà sicuramente “B”, un lavoro speculare che sarà dedicato allo sguardo interiore, all’individuo e alla magia»

Questa è la tracklist del disco: “Ogni uomo e ogni donna è una stella”, “Kabul”, “Vestiti”, “Fantasmino”, “Je suis resté seul” e “Laurana”.

La cover è a cura di Lucrezia Testa Iannilli, fotografa e performer che utilizza come strumento di visione il corpo umano e quello animale. Espone in Italia e all’estero, collabora con istituzioni quali l’Università LUISS e il museo MACRO di Roma. La grafica, invece, a cura di Luca Pasquino.

Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...