È in radio e in digitale
“È COSÌ”
di LUCA BARBAROSSA e EXTRALISCIO

Con un nuovo filmino diretto da ELISABETTA SGARBI
Verrà presentato per la prima volta live
al concerto del PRIMO MAGGIO ROMA
Anticipa l’uscita del nuovo album degli EXTRALISCIO
ROMANTIC ROBOT
disponibile dal 6 maggio e ora in pre order

Da venerdì 29 aprile, è in radio e disponibile in digitale il singolo inedito “È COSÌ” di LUCA BARBAROSSA e EXTRALISCIO. È accompagnato da un nuovo filmino diretto da ELISABETTA SGARBI e girato a Tresigallo (Ferrara), in una fabbrica storica dalle grandi vetrate, la cui sacralità e poesia sono state d’ispirazione per questo corto.

È così” è un brano sorprendente che unisce uno dei più celebri cantautori italiani – con 11 album all’attivo, vincitore del Festival di Sanremo nel 1992 con “Portami a ballare”, conduttore radiofonico e scrittore – con la band romagnola che coniuga lo spirito della tradizione popolare e quello più avanguardistico e colto.

È scritto da Luca Barbarossa con gli arrangiamenti di Maurizio Mariani e Francesco Valente. Gli arrangiamenti orchestrali sono del Maestro Roberto Molinelli, finalizzati da Mirco Mariani dentro il suo leggendario laboratorio musicale “Labotron” a Bologna.

La copertina del singolo è dell’artista Enrico Pantani.

Verrà presentato per la prima volta live da Luca Barbarossa e Extraliscio domenica al CONCERTO del PRIMO MAGGIO di ROMA! L’evento promosso da CGIL, CISL e UIL, prodotto e organizzato da iCompany, si terrà in Piazza San Giovanni, trasmesso in diretta su RAI 3, Rai Radio2 e RaiPlay (dove sarà disponibile anche on demand).

Il singolo anticipa il nuovo album degli Extraliscio “ROMANTIC ROBOT” (Betty Wrong Edizioni Musicali) in uscita il 6 maggio, un progetto discografico sempre più extra e innovativo. Canzoni provenienti da mondi diversi, arrangiate per orchestra del Maestro Roberto Molinelli e marchiate Extraliscio dall’esperienza tecnica e dalla passione per la musica di Mariani nel suo “Labotron”.

«“È così” è l’amore che resiste – racconta Luca Barbarossa, che ha scritto testo e musica del singolo e lo canta insieme a Mirco Mariani –  Resiste alla Storia che spesso calpesta gli ultimi, alle guerre, agli esodi, alle fughe. È l’amore che viene prima di tutto, che cancella distanze e ostacoli. È l’amore rivoluzionario. Unica ricchezza di chi non ha niente, unico bene non pignorabile dal potere precostituito. È l’amore di chi è disposto a tutto perché sa di non poter rinunciare ad amare, è un soffio vitale necessario come il respiro, come l’acqua, come il cibo. Eppure è spirito, non si vede ma è lì che ti spacca il cuore e nessuno può decifrarlo. Non conosce limiti, confini, religioni, etnie. Non ha bandiere, appartiene solo a se stesso. Fa tremare il mondo se vuole, lo fa vibrare. È l’arma più potente che abbiamo. Ci siamo amati in guerra, sotto le bombe, sui bastimenti, mentre cercavamo fortuna dall’altra parte dell’oceano. Ci siamo amati tremando di paura e amandoci abbiamo messo al mondo i nostri figli anche quando il futuro sembrava impossibile e lontano. Ci siamo amati davanti all’orrore o nel giardino dell’Eden. L’amore fa belle le cose, anche le più terribili. È sempre coraggioso amare, è darsi, è non fare differenza tra noi e l’altro. “È così” è l’amore che non basta a se stesso e che alla fine ci salverà».

«Una melodia e parole da far tremare il mondo e fare invidia a Dio! – aggiunge Mirco Mariani a proposito del nuovo singolo – Luca ha scritto questo e noi ci siamo divertiti a farle volare in un volo morbido e potente. Roberto Molinelli ha arrangiato un’orchestra composta da tanti omini invisibili diretti da un Robot. Già si sapeva che questo incontro profumava di bello ed È COSÌ che l’universo infinito dei suoni l’ha fatto diventare Extra.  Un mondo di suoni persi dentro un labirinto chiamato Labotron dove strumenti antichi e romantici come Celesta e Clavicembalo si ritrovano a fare l’amore con sintetizzatori apparentemente freddi e senza un’anima vibrante. Come se un giorno il dottor Živago si svegliasse e si perdesse nel futuro con un treno a vapore mentre tutto il mondo si sposta su pattini volanti e mentre tutto sembra cambiato si accorge che solo una cosa è rimasta uguale. L’amore!».

«La sfida posta dalla canzone di Luca Barbarossa e Extraliscio era di coniugare un assoluto personale – l’amore per una donna o per una figlia – con la grande Storia – le guerre, gli eterni soprusi dei potenti sui deboli, il silenzio di Dio.Era far convivere la festa che una passione corrisposta reca con sé, la festa di una rincorsa amorosa con il peso della Storia in cui, volenti o nolenti siamo sempre coinvolti   dichiara Elisabetta Sgarbi raccontando la genesi del filmino –Così ho immaginato due giovani ballerini, un ragazzo e una ragazza, alle prese con schermaglie amorose e il volto di una giovane ragazza – Gilda, musa dei miei “filmini” – dentro una “città metafisica”,  Tresigallo, con le sue architetture potenti e svuotate, create e divorate dalla Storia. Luca Barbarossa e gli Extraliscio attraversano questi due mondi, questi due aspetti – la festa e la Storia – che fanno parte di ogni essere umano».

extraliscio Barbarossa
Foto di Simona Chioccia scattata sul set del “filmino” di Elisabetta Sgarbi

Aggiunge Luca Barbarossa a proposito dell’incontro con Mirco Mariani e gli Extraliscio: «Il progetto degli Extraliscio mi è piaciuto da subito e a Radio2 Social Club sono diventati di casa. La loro radice popolare mi ha stimolato a cercare un terreno comune per aprire una collaborazione. “È così”, tra i miei brani inediti, mi è sembrato il più adatto e da lì siamo partiti per far convivere le nostre sonorità. Mi sembra un esperimento felice e particolarmente motivato».

Gli Extraliscio sono la band capitanata dallo scienziato pazzo dei suoni Mirco Mariani, insieme al clarinettista Moreno Conficconi (“il Biondo”), fiancheggiata da Elisabetta Sgarbi con la sua Betty Wrong Edizioni Musicali.

Il suono degli Extraliscio ha incantato il pubblico fino a superare i confini italiani, incrociando tradizione e avanguardia. Ora Mirco Mariani, accompagnato dalla star del liscio Moreno il Biondo, è pronto a far sentire il nuovo album, rigorosamente da ascoltare a testa in giù.

Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...