PERNAZZA

LOTTO IN SALOTTO

singolo che segna il ritorno

del poliedrico artista genovese
per The Prisoner Records/The Orchard
 
Genova fa da sfondo a un rap visionario e schizofrenico su suoni 8 bit
con la produzione di Filo Q e Kenobit

pernazza lotto in salotto

Online il video di LOTTO IN SALOTTO, il nuovo singolo di PERNAZZA per The Prisoner Records/The Orchard. Dopo l’esperienza decennale con gli Ex-Otago (di cui è stato membro fondatore), coi Magellano, con gli Stalker e come performer televisivo (Chiambretti Night ed altre trasmissioni Mediaset e Sky) nonché come “presentatore cosmico” del primo tour negli stadi di Jovanotti, Alberto Argentesi, meglio conosciuto come PERNAZZA, torna con un brano 8 bit e punchline stordenti, come ricordi lanciati a forte velocità.

I vicoli di Genova e le sue narrazioni su muro fanno da sfondo e si fondono con le parole del primo singolo di PERNAZZA, il regista Josè Maurizio commenta così il lavoro fatto: “Génova está llena de artistas locos y yo me siento cómodo entre los locos.  así que para esta canción el video tenía que ser una locura“.

Una voce, un GambeBoy, un flusso di parole e di coscienza alterata. PERNAZZA racconta senza filtri la sua lenta e indolente battaglia personale. Questa traccia rappresenta il primo tassello di un percorso crudo e psichedelico che approfondisce la poetica delle piccole cose del performer genovese, quadri di varie quotidianità possibili.

Lotto in salotto è un climax di emozioni e immagini schizofreniche, amare ma allo stesso tempo dolci come il cuore delle caramelle Rossana lasciate nei piatti sui tavoli del salotto della nonna. Lotto in salotto è la nostra 8-Bit Sweet Symphony” Pernazza
 
La produzione vede la collaborazione di  FiloQ, già con Pernazza in Magellano e dietro a diversi progetti di global music elettronica e produzioni crossover come la folle accoppiata Capossela/Young Signorino, e Kenobit, uno dei maggiori esponenti italiani  della musica 8-bit. Il tutto è stato sapientemente curato dalle mani esperte di Mattia Cominotto nel suo GreenFog Studio (Tre allegri ragazzi morti, Meganoidi, Ministri e altri). Alla produzione esecutiva e in veste di editore la The Prisoner Records di Michele Bitossi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...