“Nessuno ricorda niente”
l’EP d’esordio dei SANTAMARYA (Mistress/distr.Goodfellas)

La provincia è uno scrigno di melanconia e profumi persistenti, colori emozionanti ed emozioni pervasive. E come accade al sole nelle giornate di pioggia, la città c’è, ma oltre la coltre dei nostri pensieri. Una dimensione rumorosa, ma immaginata e immaginaria. L’EP dei Santamarya raccoglie tutto questo e molto altro ancora: è un diario, una costellazione di sogni, un susseguirsi di pensieri distesi e luminosi, come le campagne della Tuscia. Artisti della Settimana per Discovered di MTV New Generation, vincitori del MEI Superstage come miglior band emergente del 2020 e finalisti di Primo Maggio Next, i Santamarya hanno all’attivo quattro singoli, che hanno presentato a Radio1 Music Club, Radio1 Sport e Radio2 Esordi, e sono entrati in rotazione a Radio2Indie. L’EP “Nessuno ricorda niente” li contiene tutti, ma propone anche due piccoli gioielli: “Nessuno ricorda niente” e “Fiori di gesso”.Sei tracce forti e autentiche, impreziosite da riferimenti musicali anni’70 e anni’80, italiani e internazionali.

I tempi dilatati del paese si infrangono contro la rapidità del mondo digitale. Tutto corre, niente resta. O meglio, tutto sembra poco importante, allora si dimentica. Nel desiderio naturale e vitale di sopravvivere, i Santamarya si fermano ad osservare le piccole cose. Per riprendere contatto con loro stessi e con quello che più conta: l’amore. “Nessuno ricorda niente” vede la produzione artistica di Giorgio Maria Condemi e la partecipazione di artisti come Cesare Petulicchio, Roberto Martinelli (Zucchero, Gino Paoli), Carmine Iuvone e Nadja Maurizi. Il mini-disco è stato registrato e mixato allo StraStudio di Roma da Giovanni Istroni e masterizzato al Synthesis Recording Studio da Andrea Corvo. La regia dei video è di Valerio Desirò (The Pills, Maccio Capatonda), finalista a Cortinametraggio e al PIVI 2020 con i videoclip di “Fantasmi” e “Cooper” (in co-regia con Cristiano Pedrocco).
I SANTAMARYA PARLANO DELL’EP “NESSUNO RICORDA NIENTE”Nessuno ricorda niente è un viaggio nella memoria. Un viaggio nei ricordi dei ragazzi di provincia, tra illusioni e speranze che cambiano, appartamenti vuoti e film spaventosi che non ci facevano guardare.Una memoria delle piccole cose quotidiane che cerca di sopravvivere in un mondo in cui tutto corre troppo velocemente, in cui tutto finisce dimenticato.Un piccolo disco che cerca di ribellarsi al grande incubo del tempo che passa, pieno di paure ma anche di speranze. Le speranze di una generazione che, malgrado le difficoltà, vuole trovare il suo posto nel mondo.

Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...